SUBITO DISINFESTAZIONI

  • disinfestazioni
  • deratizzazione

Ratti e Topi

La causa principale dell'elevata diffusione di questi pericolosi mammiferi è da ricercare nella loro straordinaria adattabilità e prolificità.

Il topo infatti può

  • vivere e riprodursi a temperature proibitive

  • sopportare altissime dosi di radiazioni

  • nutrirsi con qualsiasi sostanza organica disponibile

  • dissetarsi con acqua di fogna o con acqua salata

  • sopravvivere a shock elettrici fino a 200V per oltre un minuto

  • cadere da un'altezza di 20 metri superando agevolmente i conseguenti traumi fisici

Questi animali, pur avendo una breve durata della vita, presentano una'elevata prolificità; la femmina del ratto delle fogne ha una vita media di 18-20 mesi, ed è in grado di avere un minimo di 5 parti (teoricamente anche 10/12) per anno con 6-9 nati per parto.

E' pressochè impossibile quantificare le perdite di derrate alimentari dovute alla presenza di questi roditori anche se l'O.M.S. stima che ogni anno circa 33 milioni di tonnellate di alimenti vengano avariati dai topi.

Si pensi che in un anno un singolo topo è in grado di mangiare dai 12 ai 28 Kg di alimenti inquinandone, nello stesso tempo, altri 150Kg.

Incidenti, a volte meno gravi, possono essere causati dalla costante necessità di rosicchiare qualcosa. Ad esempio l'erosione di cavi elettrici può essere conseguenza di cortocircuiti mentre l'erosione di tubazioni di acqua e gas può essere causa di inondazioni ed incendi.

I topi sono inoltre veicolo di numerose e gravi malattie come la peste, il tifo murrino la febbre tifoidea, il carbonchio, la dissenteria, il colera, l'afta epizootica, la trichinosi, la peste suina, la rabbia e la leptospirosi. I parassiti che vivono su di essi, principalmente pulci ed acari, facilitano la trasmissione degli agenti patogeni all'uomo ed agli animali domestici.

Quando un topo parassitato muore, le pulci lo abbandonano aggredendo cosi altri topi e diffondendo il contagio.

 

Le principali famiglie con le quali entriamo in contatto sono:

Ratto Norvegese

ratto  norvegese, derattizzazione, disinfestazione ratti
escrementi ratti, derattizzazione

Il Ratto Norvegese, noto anche come ratto marrone, ratto grigio, ratto delle fogne o pantegana è la specie più comune e diffusa di Rattus, presente praticamente in tutto il mondo.

Puo raggiungere grandezza di 19-25 cm, la coda 15-22 cm, per un peso di 300 gr.

I suoi escrementi sono a forma di capsula di circa 20mm. Vive in colonia, nidifica sotto terra vicino a corsi d'acqua, zone incolte e trascurate, come fogne, rive di fossi etc.

E' onnivoro con predilizione per cibi di origine animale. Consuma 100-150 gr al giorno.

Ratto Nero

ratto nero, derattizzazione
escrementi ratti, derattizzazione

Il Ratto Nero o ratto comune, è una delle specie invasive più dannose al mondo.

Puo raggiungere grandezza di 15-22 cm, la coda 18-25 cm, per un peso di 200 gr.

I suoi escrementi sono a forma di fuso, fino a 12mm. Vive in colonia, nidifica in luoghi asciutti e sopraelevati come granai, soffitte, tetti, etc.

E' onnivoro con predilizione per vegetali e cereali. Consuma 25-40gr al giorno.

Topolino domestico

topolino domestico, derattizzazione, disinfestazione ratti
escrementi di ratti, derattizzazione

Il Topolino domestico

Puo raggiungere grandezza di 6-9 cm, la coda 8-10 cm, per un peso di 15 gr.

I suoi escrementi sono a forma di bacchettedi 3-6 mm. Vive e nidifica soprattutto in ambienti interni, materiali staccati, tubature, all'interno di mobili etc.

E' onnivoro con predilezione per cereali. Consuma sui 2-3 gr al giorno, suddivisi in più assunzioni.

In ogni caso, non esitate a contattarci, vi forniremo i consigli necessari e tutte le informazioni e sulle diverse tecniche di intervento.

contatti, subito disinfestazioni, Cattolica

Talpa Europea

talpa europea, talpa, derattizzazione talpe, disinfestazione talpe

La talpa è un mammifero appartenente alla famiglia dei Talpidi

È lunga 14–16 cm esclusa la coda che misura 2,5-3,3 cm. Pesa dai 60 ai 120 g e l'altezza alla spalla è di 4–5 cm. La pelliccia è fine e vellutata di colore uniforme, prevalentemente nera, talvolta con riflessi marroncini o grigi o azzurrognoli; le orecchie sono invisibili e prive di padiglioni auricolari; la punta del naso è color carne. Sono molto sviluppate le zampe anteriori, larghe, massicce e munite di unghie corte e molto robuste. Una morfologia particolarmente adatta alla vita sotterranea e allo scavo.

È un animale solitario che trascorre la maggior parte del tempo in un complesso sistema di gallerie sotterranee, alcune più profonde, collocate a 15–25 cm dalla superficie, utilizzate come ripari permanenti, ed altre più superficiali, quasi al livello del suolo, che utilizzano come terreno di caccia e che possono arrivare a ricoprire una superficie di 600–900 m². Si nutre di invertebrati che popolano il sottosuolo come lombrichi, larve e insetti, lumache, etc. Per la loro abitudine di scavare gallerie le talpe possono causare danni di tipo estetico a giardini e prati, ma anche danni di rilevanza economica nelle zone agricole.

Arvicola campestre

arvicola campestre, derattizzazione arvicole, disinfestazione arvicole

Il topo campagnolo comune o arvicola campestre è un mammifero roditore appartenente alla famiglia dei Cricetidi. Vive nelle aree erbose di pianura su suoli profondi e non rocciosi, anche antropizzate, purché non vengano lavorate troppo di frequente. Misura 9–11 cm di lunghezza, cui si sommano 3–4 cm di coda. I colori della pelliccia vanno dal giallo-grigio del dorso al quasi bianco del ventre e delle zampe. Il topo campagnolo ama i terreni caldi e asciutti, dove scava sistemi di gallerie molto estesi anche in profondità (oltre il mezzo metro). Pur potendo raggiungere densità di popolazione elevatissime in annate particolarmente propizie, le gallerie delle varie tane non comunicano mai con quelle di altri esemplari. All'esterno delle tane, l'animale è solito percorrere sentieri sempre uguali, che possono venire condivisi con altri animali, creando col tempo vere e proprie strade. Durante l'inverno, il topo campagnolo si rifugia spesso nei fienili e nelle stalle, nelle cantine e nelle abitazioni. Gli animali che rimangono all'aperto, per trovare il cibo, scavano tunnel sotto la neve, che spesso rinforzano con erbe e muschio. Si tratta di animali principalmente erbivori: mangiano vegetali di ogni tipo, semi e corteccia d'alberi: qualora presenti in gran numero, possono divenire un flagello per i raccolti.

Differenze tra Talpa e Arvicola

talpa e arvicola, derattizzazione

Le talpe sono solitarie e raramente entrano in contatto con le atre razze. Le arvicole d'altra parte tendono a vivere insieme, espandendosi in colonie di fino a 300 individui. La differenza principale fra le talpe e le arvicole è nelle loro abitudini di consumo. Le talpe sono soprattutto carnivore ed i grubs, le larve di insetto, i centopiedi ed i millepiedi, i ragni ed altri insetti contengono circa 85 - 90 per cento la loro dieta. Le talpe hanno un appetito insaziabile e possono consumare più del loro proprio peso in alimento ogni giorno. Le arvicole d'altra parte sono principalmente herbivorous e mangiano tutti i generi di erbe, radici e tuberi, compreso le radici dell'albero e dell'arbusto.

Share by: