SUBITO DISINFESTAZIONI

  • disinfestazioni
  • deratizzazione

Tarma

tarma, disinfestazione tarme

Tarma, anche detta càmola, è il nome comunemente utilizzato per indicare alcune specie di lepidotteri appartenenti alla famiglia Tineidae, le cui larve si nutrono

di tessuti come lana, seta ed anche cotone, oltre ad altre tipologie di sostanze contenenti cheratina. La disinfestazione da tarme non può non avvalersi di una conoscenza di base di questo agente infestante. Per esempio può essere utile sapere che tutte le tarme hanno bisogno di ambienti privi di luce, caldi e umidi per deporre le loro uova. Non è un caso che spesso le tarme si trovano in armadi o pensili da cucina. Le loro larve quando deposte in prossimità di tessuti o sui tessuti stessi si nutrono di cheratina. Negli armadi è buona norma avvalersi di contenitori di plastica o buste chiuse (meglio se sottovuoto ) per indumenti da cambio stagione. Le loro uova sono particolarmente fragili pertanto spazzolare gli indumenti può essere una fonte di disinfestazione larvicida. Una buona prevenzione per le tarme da cibo sta nell’igiene dei ripostigli per alimenti, che andranno areati e sanificati periodicamente. Confezioni semiaperte o aperte di alimenti costituiscono un ottimo modo per attrarre questi insetti. Per circostanze in cui non si riuscisse ad intervenire nella disinfestazione tarme da soli, si dovranno usare metodiche più aggressive per disinfestare le tarme da tessuti e le tarme da cibo con disinfestazioni tramite l’uso di fumigazione adulticida e larvicida. Un altro metodo è l’uso di lampade UV che eliminano la maggiorparte degli esemplari adulti.

Tarli

tarli, disinfestazione tarli

In biologia è definito xilofago, un organismo che si nutre prevalentemente di legno.

Tali organismi, allo stadio larvale o da adulti, si nutrono dei fusti, dei rami e delle radici degli alberi vivi o morti.

I tarli si annidano nel legno. Costituendo anche la loro primaria fonte di cibo, il legno è soggetto ad indebolimento e nei casi più gravi a cedimento strutturale.

Una superficie di legno che presenta fori minuscoli più o meno della stessa dimensione è probabilmente invasa dai tarli.

Il tarlo ha come unico fine la riproduzione e il fagocitamento del legno.

Sono tre le famiglie principali di questi insetti xilofagi :

  • Anobidi: è un insetto che si nutre della polpa del legno. La sua disposizione xilofaga è infatti all'origine del più comune appellativo di tarlo del legno, o anche tarlo dei mobili.

  • Lictidi: attaccano legni teneri, ricchi di zuccheri e amidi, i loro fori sono di circa 1,5 mm e si presentano spesso nelle travi

  • Cerambicidi : Gli esemplari di Paracorymbia fulva si riconoscono spesso a prima vista per lo straordinario adattamento alla vita sui fiori.
    caratterizzati da una testa anteriormente allungata per potersi nutrire di nettare.

    Le larve sono xilofaghe e si nutrono sia del legno di conifere che di latifoglie.Gli adulti sono diurni e floricoli.

La disinfestazione tarli o il trattamento antitarli è un mix di interventi meccanici, chimici e fisici.

 

Per la disinfestazione di tarli e e tarme non esitate a contattare la nostra attività di Cattolica, vi forniremo i consigli necessari e tutte le informazioni e sulle diverse tecniche di intervento.

Share by: