SUBITO DISINFESTAZIONI

  • disinfestazioni
  • deratizzazione

Insetti delle derrate alimentari

Gli insetti delle derrate alimentari sono i principali infestanti dei luoghi in cui si producono, lavorano e commercializzano prodotti alimentari.

Si può essere soggetti di vere proprie colonizzazioni da parte di parassiti specifici, oltre ad altri generici, come roditori o mosche, appartenenti a un numero elevato di specie tutte diverse tra loro, per comportamento e abitudini alimentari.

Conoscere gli insetti delle derrate alimentari è il sistema migliore per poter prevenire correttamente questo problema ed eventualmente, passare ad azioni di disinfestazione.

Alcune specie si nutrono in particolare delle derrate alimentari prodotte dall'uomo per il proprio consumo e immagazzinate, ma i danni possono essere prodotti anche da altre specie onnivore.

Gli insetti alimentari appartengono a molte famiglie, elencarli tutti è impossibile, ma si possono evidenziare alcune specie che si trovano più frequentemente negli alimenti.

· Le Tignole: Appartenenti alla famiglia dei lepidotteri. Sono specie di farfalle tutte di piccole dimensioni che si nutrono allo stadio di larva di derrate alimentari, soprattutto cereali e farine, o prodotti derivati; tra queste la tignola fasciata, tignola grigia, tignola del riso, tignola della farina.

· Dalla famiglia dei Ditteri:

o Mosca del formaggio: si nutre allo stadio larvale di formaggio; in alcune zone i formaggi infestati vengono considerati una specialità gastronomica, conferendo le larve un sapore particolare al prodotto.

o Moscerini della frutta: infestano in diverse specie la frutta, l'aceto o il mosto, sulla cui superficie in fermentazione si sviluppano le larve.

o Mosconi della carne, dei generi Calliphora (moscone azzurro), Sarcophaga (moscone grigio con occhi rossi) e Lucilia (moscone verde)

· Appartenenti alla famiglia dei Coleotteri:

o Dermeste del lardo: infesta numerosi alimenti di origine animale con le larve.

o Anobio del tabacco e del pane: attacca con le larve numerosi tipi di derrate alimentari (spezie, semi, tabacco, farine e derivati) e possono penetrare anche in confezioni apparentemente chiuse

o Silvano: infesta con le larve farine o semi già spezzati da altre specie infestanti.

o Tenebrione mugnaio: le larve si nutrono di farine e derivati

o Tribolio: si nutre di farine che assumono odore sgradevole e colorazione rosa-bruno.

o Punteruolo del grano o calandra: dotato di un rostro allungato che gli permette di attaccare cariossidi di cereali.

· Acari (appartenenti alla classe degli Aracnidi): di dimensioni inferiori al millimetro, sono visibili quando si riuniscono in agglomerati sui prodotti attaccati e per le tracce di deterioramento. La lotta prevede l'eliminazione delle condizioni che ne favoriscono lo sviluppo, come temperatura ed umidità elevate; i prodotti devono essere utilizzati in modo alternato, in quanto possono sviluppare resistenze ad essi; utili i disinfettanti che ostacolino la formazione di muffe.

Monitorare le condizioni degli ambienti in cui è più facile che gli insetti alimentari si sviluppino è il primo passo per combattere questo problema.

Le misure non possono essere uguali per tutte le tipologie di insetti.

Si può intervenire con:

· Interventi preventivi: mirano a diminuire l'umidità e la temperatura ambientale, o ad eliminare dai locali tutto ciò che possa trattenere polvere, acari e insetti.

· Interventi chimici: includono trattamenti ambientali abbattenti e residuali.

Share by: